Dal 2014 Doppiapi è iscritta all’associazione AIESIL (Associazione Imprese Esperte in Sicurezza sul Lavoro e Ambiente).

AIESiL, Associazione Sindacale Datoriale nazionale nata nel 2008, associa Imprese di formazione e di consulenza, studi professionali, nonché aziende operanti in diversi settori – ivi incluso quello edile – che utilizzano macchine ed attrezzature.
AIESiL – quale soggetto formatore – possiede dunque i requisiti indicati al punto B 1. par. 1.1 lett. d) Accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2012.

L’attività formativa di AIESiL si svolge a livello nazionale, mediante eventi di approfondimento scientifico di massima eccellenza, organizzati sia direttamente dalla struttura centrale, sia per il tramite dei propri associati: al termine di ogni evento formativo AIESiL rilascia, in ossequio ai dettami legislativi, Attestazioni valide su tutto il territorio nazionale.


L’Associazione, certificata ISO 9001:2008, promuove:

  • l’attività di formazione e cura l’aggiornamento professionale nei vari settori delle attività tipiche dei propri associati, garantendo massimi standard di professionalità degli esperti d’impresa e dei liberi professionisti;
  • la qualificazione e la certificazione della professione del Consulente e del Formatore in Sicurezza sul Lavoro e Ambiente;
    lo sviluppo della sicurezza nei luoghi di lavoro tramite eventi nazionali e progetti formativi rivolti a studenti delle Scuole Superiori e delle Università, nonché ai lavoratori delle Aziende;
  • l’unione delle esperienze di veri esperti in materia per poter sensibilizzare i lavoratori e i datori di lavoro e riuscire a trasmettere loro la vera Sicurezza sul Lavoro: non solo legge da rispettare, ma un vero investimento per la propria Azienda;
  • la divulgazione ed il miglioramento della cultura della Sicurezza sul Lavoro attraverso formazione, studi, ricerche e realizzazione di iniziative a carattere nazionale, tra cui il Workshop Itinerante Sicurezza&Dintorni.

Il 20 agosto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 192 – Suppl. Ordinario n. 51 il decreto del Ministro dell’Interno 3 agosto 2015 recante “Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi, ai sensi dell’art. 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139”.
L’importante provvedimento, che entrerà in vigore il novantesimo giorno successivo alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, è volto a semplificare e razionalizzare l’attuale corpo normativo relativo alla prevenzione degli incendi attraverso l’introduzione di un unico testo organico e sistematico, contenente disposizioni applicabili a molte delle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi, indicate all’allegato I del decreto del Presidente della Repubblica 1° agosto 2011, n. 151.
Caratteristica che contraddistingue il testo riguarda l’utilizzo di un nuovo approccio metodologico, più aderente al progresso tecnologico e agli standard internazionali.
Si tratta di un importante progetto innovativo delle norme di prevenzione incendi che consentirà il passaggio da un sistema più rigido, caratterizzato da regole prescrittive, ad uno che predilige l’approccio prestazionale, capace cioè di raggiungere elevati livelli di sicurezza antincendio attraverso un insieme di soluzioni tecniche più flessibili e aderenti alle peculiari esigenze delle diverse attività.
Il decreto si compone di cinque articoli e di un corposo allegato tecnico.
L’articolato specifica le attività cui potrà essere applicata nuova normativa e precisa, anche, le modalità di adozione della nuova metodologia introdotta in alternativa alle vigenti disposizioni di prevenzione incendi, per consentire l’introduzione del nuovo approccio con la necessaria gradualità.
L’allegato è strutturato in quattro sezioni:
Sezione G Generalità, con i principi fondamentali per la progettazione della sicurezza antincendio, applicabili indistintamente alle diverse attività;
Sezione S Strategia antincendio, contiene le misure antincendio di prevenzione, protezione e gestionali applicabili alle diverse attività, per comporre la strategia antincendio al fine di ridurre il rischio di incendio;
Sezione V Regole tecniche verticali, contiene le regole tecniche di prevenzione incendi applicabili a specifiche attività o ad ambiti di esse, le cui misure tecniche previste sono complementari o integrative a quelle generali previste nella sezione “Strategia antincendio”. Tale sezione sarà nel tempo implementata con le regole tecniche riferite ad ulteriori attività;
Sezione M Metodi, con la descrizione delle metodologie progettuali

Doppiapi nell’ottica di restare sempre aggiornata anche nell’ambito della Sicurezza sul Lavoro, recentemente si è associata ad AIESiL e ha partecipato attraverso suo personale certificato al Workshop “Sicurezza & Dintorni” tenuto a fine 2014 a Genova e organizzato dalla stessa Associazione.
Nel seminario si è discusso approfonditamente di molti aspetti, alcuni dei quali controversi, relativi all’attività dell’RSPP aziendale, alla redazione del Documento di valutazione rischi e alle responsabilità e sanzioni relative.
sicurezzaedintorni
Si è parlato anche delle responsabilità dei Datori di Lavoro soprattutto negli ambiti lavorativi ad alto rischio e alle relative conseguenze, talvolta di carattere penale. Sono intervenuti importanti figure della giurisprudenza, dell’industria e della Sanità, nonché esperti e consulenti di sicurezza sul lavoro che hanno condiviso esperienze maturate in anni di attività sul campo. Gli interventi si sono conclusi con test di valutazione per alcune delle numerose Aziende intervenute al workshop che ne hanno fatto richiesta. Doppiapi ha ottenuto in quella sede una nuova certificazione di aggiornamento attraverso il suo titolare, l’Ing. Paolo Brovia.
AIESiL è l’Associazione Italiana Imprese Esperte in Sicurezza del Lavoro e Ambiente. Doppiapi è socia dal 2014.