Prima di tutto pare confermata la presentazione di due modelli: uno da 4,7 pollici e un altro da 5,5 pollici. La data di uscita dovrebbe essere il 9 settembre. La versione piccola sarà disponibile a settembre mentre l’altra probabilmente a novembre.
I pannelli non saranno realizzati in vetro zaffiro, ma in un materiale che per resistenza si posizionerà a metà strada tra questa eccellenza e il Gorilla Glass. In ogni caso come hanno svelato alcuni video dovrebbe essere stato compiuto un notevole passo in avanti.
Per quanto riguarda il chip di riferimento, confermata la presenza del nuovo Apple A8 con probabilmente una frequenza di 2.0 GHz. Da rilevare che il precedente A7 gira a 1.3GHz. Possibile comunque che vi siano differenze tra l’iPhone più grande e quello più piccolo.

Quasi scontato il supporto al Wi-Fi 802.11ac, ma se inizialmente si pensava che avrebbe usato un suo chip proprietario realizzato grazie ai tecnici tempo fa “sottratti” a Texas Instruments, è possibile che alla fine abbia scelto quelli Broadcon. La fonte di VentureBeat sostiene che Apple non sia riuscita (ancora) a raggiungere in casa le prestazioni desiderate.
Buone notizie sul fronte radio: il chip Qualcomm MDM9x35 integrato consentirà il supporto dell’LTE Advanced (Category 6). Da ricordare che Tim ha promesso la diffusione di questa nuova tecnologia 4G dal prossimo autunno: si parla di 180 Mbit/s in download.
Non dovrebbe mancare anche il chip NFC realizzato da NXP; com’è risaputo questo consentirà di effettuare micro-pagamenti e non solo. Il rinnovato chip per il riconoscimento di impronte dovrebbe essere più veloce nei tempi di lettura, ridurre i margini di errore e incrementare la sicurezza complessiva.
Non si esclude poi l’integrazione di una nuova tecnologia che dovrebbe agevolare la connettività tra iPhone e cuffie Beats. In verità potrebbe essere solo un sistema di autenticazione che sfrutta il supporto Lightning.
Infine il capitolo batteria: e ultime indiscrezioni indicherebbero in una batteria da 2100 mAh la candidata per la nuova generazione iPhone 6. Sarebbe un bel salto in avanti rispetto alla 1810 mAh, di cui tutti hanno parlato fino ad ora.