La Commissione per gli interpelli in materia di salute e sicurezza sul lavoro del Ministero del lavoro con risposta ad Interpello n.2 del 27 marzo 2014, ha chiarito che l’obbligo di designazione del coordinatore per la progettazione non sussiste, nei lavori privati, se l’opera che si sta realizzando non necessita di permesso di costruire e l’importo dei lavori è inferiore a 100.000 Euro. In presenza di entrambi i predetti requisiti le funzioni del coordinatore per la progettazione sono svolte, senza eccezioni o limitazioni, dal coordinatore per l’esecuzione.

La stessa Commissione, con risposta ad Interpello n.3 dello stesso giorno, ha altresì ribadito che ai fini della verifica dell’idoneità tecnico professionale delle imprese appaltatrici o dei lavoratori autonomi è sufficiente che il datore di lavoro committente acquisisca il certificato di iscrizione alla camera di commercio, industria e artigianato, nonché l’autocertificazione del possesso dei requisiti di idoneità tecnico professionale.