Diversi utenti hanno lamentato problemi con il menu Start di Windows 10 ad esempio cliccando il tasto Start il menu non si apre oppure se si apre gli elementi al suo interno non sono cliccabili, oppure si blocca o ancora mancano oggetti, le icone delle app non si aggiornano o non vengono visualizzate correttamente e via dicendo.

Di recente la stessa Microsoft prendendo atto delle segnalazioni degli utenti ha sviluppato e rilasciato un apposito strumento con il quale trovare e risolvere i problemi relativi al menu Start di questo sistema operativo.

Facile da usare in quanto è completamente automatizzato, lo strumento in questione che si chiama startmenu.diagcab (nome del file eseguibile) si scarica da questa pagina del sito della Microsoft:

Facoltativamente si ha la possibilità di cliccare il link “Avanzate” e disattivare l’opzione “Esegui operazioni di ripristino automaticamente” per vedere al termine della procedura di verifica i problemi riscontrati e decidere manualmente quali applicare o meno; diversamente lasciando abilitata l’opzione “Esegui operazioni di ripristino automaticamente” lo strumento si occuperà in automatico della riparazione di tutti i problemi riscontrati.

Dopo aver cliccato il pulsante “Avanti” verrà avviata la scansione con la quale lo strumento verificherà la presenza o meno di vari problemi.

Al termine verranno mostrati gli eventuali problemi relativi al menu Start riscontrati e a seconda dell’opzione “Avanzate” settata al passo precedente la riparazione avverrà in modo automatico oppure si potrà decidere manualmente cosa riparare.
Si ha anche la possibilità di aprire il report (cliccando il link “Visualizza informazioni dettagliate”) per vedere tutte le problematiche rilevate e le correzioni apportate.

Tenere in considerazione che questo strumento è in grado di risolvere solo alcuni problemi noti, dunque se il malfunzionamento del menu Start di Windows 10 dipende da altre cause questo strumento non tornerà utile in tal senso e in tal caso allora fare riferimento all’utilizzo del comando: “sfc /scannow” che permette di ripristinare gli eventuali file di sistema mancanti o danneggiati risolvendo diverse problematiche fra le quali anche quelle relative al menu Start di Windows 10.

Microsoft, come noto da tempo, sta lavorando ad un primo importante upgrade di Windows 10, nome in codice Threshold 2 che per molto tempo si è supposto che dovesse essere rilasciato nel corso del mese di ottobre. Tuttavia, secondo alcune indiscrezioni riportate da WinBeta, Windows 10 Threshold 2 sarebbe stato posticipato a novembre. Inoltre, la casa di Redmond non avrebbe ancora scelto il nome definitivo per questo aggiornamento che potrebbe chiamarsi “Windows 10 Update for November” oppure “Windows 10 November Update”.
Questo possibile leggero ritardo sulla tabella di marcia può essere, però, letto positivamente, in quanto Microsoft avrà maggiore tempo per poter affinare i dettagli di questo importante update eliminando tutti i bug ed ottimizzando l’esperienza d’uso. Threshold 2, si ricorda, è già nelle mani degli iscritti al programma Windows Insider da alcune settimane che ne stanno verificandole funzionalità segnalando alla casa di Redmond tutti gli eventuali problemi. L’aggiornamento porterà con se diverse nuove funzionalità, già evidenziate con il rilascio dell’ultima Insider Preview, ma è possibile che Microsoft decida di inserirne di ulteriori.
Si ricorda, al riguardo, che Microsoft ha promesso da tempo l’arrivo delle estensioni per il browser Edge e la nuova applicazione Skype per Windows 10.
Quello che è comunque palese è che Microsoft sta continuando a lavorare duramente per migliorare ed ottimizzare rapidamente il suo nuovo sistema operativo per offrire ai suoi utenti una sempre migliore esperienza d’utilizzo. Un impegno che è stato premiato dai già 75 milioni di dispositivi che utilizzano Windows 10.

Windows 10 Insider Preview build 10130 verrà rilasciata nei prossimi giorni all’interno del canale Lento. A rivelarlo è stato il responsabile del programma di beta per Windows, Gabe Aul, che ha specificato come la società stia lavorando sulla correzione di un ultimo bug. Oltre al rilascio via Windows Update, gli aggiornamenti del canale Lento vengono solitamente proposti come ISO separate per l’installazione da zero.
Non sono da attendersi molte novità, visto che ci avviciniamo ormai al rilascio della versione finale. Il lancio commerciale di Windows 10 è previsto per il 29 luglio, come ha annunciato di recente la stessa Microsoft. Le ultime versioni del sistema operativo introducono soprattutto correzioni al codice e piccoli accorgimenti estetici rivisti, con Microsoft che si è ormai lasciata il grosso del lavoro alle spalle.
Consigliare l’uso di una versione beta è comunque sempre un azzardo, soprattutto se si decide di usare Windows 10 come SO principale. Sono ancora presenti alcuni bug più o meno fastidiosi, che probabilmente verranno corretti durante le prossime settimane. Fra le novità della build 10130 troviamo un’interfaccia rivista per Cortana, l’assistente virtuale, e alcune modifiche alle scorciatoie da tastiera.
Nello specifico, il comando Win+C che su Windows 8 richiamava la “defunta” Charms Bar adesso serve per richiamare Cortana, e impartire direttamente dei comandi attraverso l’uso della voce bypassando l’interfaccia completa. Con la nuova build, su Microsoft Edge sarà inoltre possibile riprodurre video a pieno schermo. Sul browser l’unico bug noto è al momento l’impossibilità di accedere ad indirizzo localhost.
Viene corretto un bug dell’applicazione Outlook Mail che impediva la sincronizzazione della posta quando l’app si trovava in background, il cui fix si può trovare anche separatamente su Windows Update, nel caso si partecipi al “canale lento” degli aggiornamenti. Un’altra novità piuttosto evidente è relativa all’Action Center, in cui viene eliminato il bordo (orribile) con cui veniva presentato precedentemente.

windows10_acAction Center di Windows 10

L’Action Center è adesso più bello a vedersi e integra anche le trasparenze tipiche del nuovo sistema operativo.

La nuova build 10130 di Windows 10 è disponibile al download attraverso il canale Lento e ISO stand-alone. Il download di Windows 10 build 10130 può essere avviato da questa pagina, anche in versione italiana.